2.24.2007

 

Un grappolino, che sarà mai?


Quando si tratta di americani, alla fine, qualunque cosa dici, salta sempre fuori l’ultimo accanito fan di shwarzenegger che ti ricorda come sia, il paese più … grande, democratico, obeso e N altri aggettivi; sempre ovviamente adulanti/adoranti.

Non avevo preso molto bene la notizia che arriva da Oslo sulle cluster bomb, ovvero le tristemente note “bombe a grappolo”, ora mi sembra che mi sento anche peggio.

Non avevo capito, in buona sostanza, perché mai si dovesse attendere il 2008 per cessare un opera ignominiosa, anziché far cessare la produzione e l’utilizzo di quest’arma orribile e micidiale, seduta stante, ma ora leggo che gli americani, non hanno nemmeno partecipato alla riunione di Oslo, dove 46 paesi hanno chiesto l’eliminazione di questi ordigni, ma hanno anche fatto sapere, in modo abbastanza celere che le conserveranno nei loro arsenali e le continueranno ad utilizzare.

Ora io lo attendo l’imbecille, che mi scriverà la e-mail di prassi che sembra quasi una circolare, da utilizzare ogni volta che scrivo Amerikani… “Vattene a Cuba xchè gli americani sono democratici e a te nn ti ci fanno entrare in amerika che i comunisti mangiano i bambini e siete illiberali xchè nemmeno la statua della libertà ci avete a Cuba” … so che mi arriverà, ma quello che mi chiedo è questo:

E’ possibile che si continui a sottostare all’impunità e alla supremazia di questi colonizzatori?

Possibile che la mutilazione di migliaia di bambini innocenti sia un argomento intrattabile, per il popolo della statua, così generoso da arrogarsi il diritto di esportare democrazia anche a chi, tutto sommato stava meglio con la barba o con Saddam Hussein?

Rita Pani (APOLIDE)

Etichette:


Comments:
Era da tanto che riuscivo a trattenere le mie esternazioni... ma...
sarà il mio viziaccio di non riuscire a tacere,
sarà aver sentito a Radio3 qualcuno che sogghignava: "chi di senatori a vita ferisce,di senatori a vita perisce!",
sarà la gazzarra del Question time (bel reality,davvero..)
sarà la memoria delle critiche benevole o delle aggressioni subite come benvenuto -ormai quasi un anno fa- in questo blog;
fatto sta che a volte proprio mi sento uno scemo,sia che parli o che taccia..
Siamo d'accordo,un tentativo andava fatto,alla fine sono andato a votare per il professore,il meno peggio;ma se è vero che dietro i paradossi si celano a volte verità nascoste qualcuno me le spieghi,per favore.
Le bombe a grappolo,Kyoto,i cappellani militari che invocano la protezione divina per le truppe (assassine per mestiere),la gente che non vuole la guerra e le basi (e il suo governo che dice "bravi che non avete fatto casino ma lasciateci lavorare(!)in pace"),la colonizzazione - e non parlo del territorio- elettori truffati che chiedevano questa c...o di discontinuità,l'amore che deve essere "giusto" e non "sbagliato" per non diventare un attacco (d'amore? ben venga,dico io!)etc etc...
Non faccio lo scemo,lo sono davvero...Ma che ci faccio qui?
Che senso ha un Prodi-bis,ancora più morbido del precedente?Era e sarà un governo di sinistra?
Non penso che non ci sia una responsabilità di fondo anche mia,continuo a sognare i forconi ma in concreto che armi ho? Eleggere degli imbroglioni che mi privano della mia (sacrosanta,essendo cittadino e elettore)influenza sulle scelte politiche?
Rassegnarmi a un pendolino bipolare (tutti d'accordo,strano...)che mi fa una doccia scozzese ma sempre salata?
Ho considerato questo blog come un catalizzatore di idee e persone diverse ma intelligenti,una sorta di "rianimazione politica" ma evidentemente non ci capisco nulla:ho anche perso una scommessa sul fatto che il governo sarebbe caduto per i Dico e non per la politica estera -se questo è stato il vero motivo-
La verità è forse che questi siamo noi,per la strada,in famiglia,al lavoro(chi come me è fortunato) e anche in parlamento?
(Ah,dimenticavo IN CHIESA.)
Se così fosse non esisterebbe altra soluzione che dissociarsi dal sistema,orgogliosamente e perentoriamente.Rimandiamo la scheda elettorale al mittente e...ci proveremo tra cento anni.
Dunque questo caotico sfogo non è un'opinione ma il preludio a una domanda:
Cosa va male noi lo sappiamo benissimo,ma...
Dopo tante parole,qualcuno mi sa dire cosa fare?
Perchè io proprio non lo so.
 
Eh caro RV... Intanto siamo già a due forconi...
Il resto l'ho postato in E forza Stalin, perchè io i coglioni, me li sarei rotti da un pezzo.
:)
R.
Perdonate il francesismo
 
Posta un commento

<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?