11.13.2006

 

Lezioni di pene

Aiuto! Un’ambulanza, presto!

"No all'ipocrisia, nelle scuole bisogna dare spazio anche all'educazione sessuale e il caso della supplente di Milano sorpresa in atteggiamenti inequivocabili con alcuni alunni deve aiutare a riflettere". E' quanto afferma il deputato della Margherita Roberto Giochetti.

"Forse basterebbe ripristinare l'ora di educazione civica, ma l'idea di un'ora di educazione sessuale crediamo sia giusta" E' il commento di Francesco Mosca, segretario nazionale della Federazione dei Giovani Socialisti (FGS)

Eccccerto! La professoressa è stata costretta a fare la porca perché i ragazzi sono curiosi, abbondano di sete di sapere e non viviamo più in un’epoca nella quale ci si accontenta di api e di fiori. Se solo qualcuno si fosse degnato di spiegare ai ragazzi la riproduzione sessuale, la professoressa non avrebbe dovuti sottostare ad un coito orale al quale assistevano (arma in pugno) altri alunni coscienziosi.

Ma un decreto legge per l’abolizione dell’idiozia no, eh?

Rita Pani (APOLIDE)


Comments:
Ora appare più chiara la situazione: c'erano alcuni che volevano fare i "Giochetti della Margherita" (m'ama non m'ama, m'ama non..); non si sentiva volare "una Mosca di socialista" e due erano di guardia con "l'arma in mano", finchè non è arrivata quella rompic...di educazione fisica. Ma a quelli che erano di guardia è rimasto il "colpo in canna" a tutti e due?
 
E che domande mi fai? Non so, non sono uomo, ma sospetto che la sorpresa possa aver fatto ammosciare l'arma. Magari avranno sparato a casa. Sai...i compiti a casa, appunto.
:)
R.
 
Mi correggo: non "arma in mano", ma "arma in pugno" e si presuppone che essendo giovani trattasi più di "pugnetto". Tanto per essere precisi.
 
Posta un commento

<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?