9.05.2006

 

Abbronzatissimi

A volte vorrei avere i mezzi per commissionare sondaggi, per riuscire a levarmi finalmente un dubbio corrosivo. Sono io ad essere strana o sono loro?
Per esempio: voi avete “terrore” di vedere sbiadire la vostra abbronzatura? Cosa sareste “disposti a fare” per poterla mantenere più di 28 giorni?
Mi piace pensare che voi, come me, non foste al corrente che l’abbronzatura dura 28 giorni. Sarebbe già questo molto rassicurante. Poi che accade al ventinovesimo giorno? Ci si sveglia mozzarellosi di punto in bianco? Ho trovato un interessante articolo sull’argomento, nel quale un’esperta svela i trucchi per rendere imperitura la nostra abbronzatura. Spero che anche voi ne possiate usufruirne con successo in modo da avere meno problemi in futuro, e soprattutto spero che anche voi possiate decidere di firmare l’appello al Ministero per i beni culturali, per la salvaguardia dell’ esperto, con la speranza che venga incentivata la professione e che non rischi di estinguersi, come è capitato al metalmeccanico.
Scusate per la digressione, torno subito in argomento. Dunque la prima regola è quella di non buttarvi sotto le lampade appena rientrati dalle vacanze, potrebbe essere dannoso per la pelle; meglio approfittare di ogni momento per cogliere gli ultimi raggi di sole. L’esperta consiglia la pausa pranzo o una breve esposizione in un parco. Nell’articolo non è scritto, ma è palese che se siete agricoltori, manovali edili, stradini o asfaltatori l’operazione sarà semplificata e si allungherà di molto il vostro periodo abbronzato. Non lavatevi, o almeno non fatelo come siete abituati a farlo: non strofinate, non utilizzate detergenti aggressivi ma soprattutto meglio la doccia abbronzante che la doccia classica; questa infatti spara acqua mentre la doccia abbronzante vi spruzzerà addosso una delicata polvere self tan. Non chiedetemi cosa sia, non sono esperta e non ne ho la più pallida idea, ma suona così bene che viene da fidarsi a scatola chiusa. Se siete agricoltori, manovali edili, stradini o asfaltatori, immagino che sarebbe meglio una doccia con l’acqua, ma per ovviare all’azione deleteria dell’aggressione detergente potrete rimediare usando un paio di cucchiaini di olio d’oliva che sfregherete con delicatezza sul vostro corpo rude, muscoloso e puzzolente, oppure potrete immergerlo in una vasca da bagno dove avrete lasciato per un po’ in infusione tre o quattro bustine di te.
L’abbronzatura, spiega l’esperta, è esterna ma “come tutto” nasce da dentro, quindi bisogna mangiare arancione. Pesche, albicocche, carote, arance e cachi. Se sei agricoltore e ti stai chiedendo dove picchio si possano trovare arance e cachi tra Luglio, Agosto e Settembre, sappi che l’esperta è esperta in abbronzatura e non in agricoltura, ad ognuno il suo mestiere.
Ma l’estate non ci regala solo quel colorito sexy da afrocubano con le chiappe marmoree e le cosce sode come due prosciutti di Parma … Chiedo scusa.
Ma l’estate non ci regala solo il colore della pelle, ci omaggia anche di una schiarita ai capelli; sarebbe un peccato quindi, mantenere l’uno e perdere l’altro. Niente paura, l’esperta è stata prodiga di consigli anche in questo senso. Abbiamo due opzioni: possiamo correre dal parrucchiere a fare delle mèches o ricorrere all’uso della birra (bionda) a temperatura ambiente. Se siete agricoltori, manovali edili, stradini o asfaltatori dovrete solamente resistere alla tentazione di metterla in frigo e bervela dopo una decina di ore di duro lavoro sotto il sole cocente, ed utilizzarla invece per lavarvi i capelli.
Ho fatto una rapida sintesi dei consigli dell’esperta ma è importante segnalare che per esempio dopo aver fatto la doccia con un paio di cucchiaini d’olio di oliva dovrete cospargere il vostro corpo con altro olio (mandorle, cocco, carota ma assolutamente NO al SINT 2000 o Castro GTD 505.01) evitare l’aria condizionata, mangiare cavoli, zinco e selenio. Buon appetito!
E come disse l’esperta: E che l’estate sia con voi tutto l’anno! (Ma non sarà mica la moglie di Rutelli?)

Rita Pani (APOLIDE)


Comments:
Non so... per i capelli dico... non sono un portatore sano e quindi magari dirò una boiata, ma ho il sospetto che se uno se li lava con la birra, poi puzza come un tavolo dell'oktoberfest.
Ma forse questo è il SELF TANF...
Mi spiace, non posso capire...
 
E tutto questo vale anche se si va al mare a Novembre!
Sapete..le nuove tendenze...
:-)
O c'è poco da ridere?
R.V.
 
Ragazzi miei, non mettemi in croce eh!?!
Non so che dirvi, mica sono esperta io!
:-P
R.
 
Posta un commento

<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?