5.25.2006

 

ART.11 L'Italia ripudia la guerra ...

Noi siamo il popolo della pace, il popolo arcobaleno. Abbiamo votato a sinistrrrrrr… abbiamo votato dall’altra parte della destra, perché siamo belli nel nostro vestito a strisce arcobaleno.
Noi siamo quelli dell’articolo 11, dell’Italia che ripudia la guerra, e davvero non ne potevamo più di eroi che tornano in scatola dall’Iraq. Anche per questo abbiamo votato a sin … sinsss…
Era il 14 Settembre, Dont’ attak Iraq. Eravamo tanti. Io me ne andai, invero, quando una comp…un’arcobalena, cessata la sua trepidante attesa, gridò estasiata per l’arrivo di Jovanotti, al quale sperava di poter estorcere un autografo, forse un bacio. Mi spostai e trovai un posto sull’erba di Piazza San Giovanni mentre dal palco si udiva la voce di una cittadina, pacifista irachena gridare la sua paura per una probabile guerra preventiva, di democratizzazione, di liberazione, contro il terrorismo; una guerra pacifica, una pacifica invasione armata.
Eravamo tanti, mi ricordo. Poi berlusconi, l’amico giorg doppiovvù, il piccolo tony mandarono carne da macello a macellare, sebbene l’Italia ripudi la guerra. E il resto è storia. Una guerra lampo, intelligente, pacifica e democratica che è finita ai primi di maggio di qualche anno fa, con una festa in maschera sul ponte di una portaerei americana, con un buffone vestito da aviatore, e con un aspirante Napoleone rammaricato che a Baghdad non funzionassero i semafori. E’ storia. Ma siccome la storia siamo noi, ci abbiamo provato a cambiarla e abbiamo votato a sinissss, dall’altra parte della destra. Da un paio d’anni a questa parte ci sono stati notevoli sviluppi in Iraq; dopo la fine della guerra dove morivano i soldati, ora muoiono i soldati, solo che a colpirli non è più l’esercito di Saddam, ma i terroristi, o i resistenti, o i guerriglieri, o Al Quaida, dipende dall’embedded che riporta i fatti. La guerra è finita perché c’è la democrazia sebbene ancora gli iracheni non se ne siano accorti e continuano a divenire effetti collaterali ai mercati, o mentre fanno la fila per lavorare.
Ma tanto noi abbiamo votato a sinistra, e siamo per la pace. Solo che non sapevamo dei tempi tecnici. Non ce lo aspettavamo proprio. O forse sì?
Il ministro della guerra Martino, ha trascorso il suo ultimo giorno da ministro proprio insieme ai soldati italiani in Iraq, e ha detto: “ Cambierà la natura della missione, resteranno solo gli uomini necessari a … Comunque in autunno torneranno a casa.”
Ma noi abbiamo vinto le elezioni, e noi siamo pacifisti e quindi… I soldati italiani torneranno a casa, bisogna però vedere i tempi tecnici, probabilmente in autunno, ma comunque ne resteranno almeno 800, per garantire la sicurezza dei civili impegnati nella ricostruzione, cambierà quindi la natura della missione.

Metterò la mia bandiera arcobaleno sull’albero dei fichi, perché davvero non mi va di far male ai merli, che come me attendono di vederli maturare. Non andrò mai più a votare a meno che io stessa non sia candidata col glorioso PCI.
Rita Pani (APOLIDE)

Comments:
SOrellina, se vogliamo rimettere in pista il glorioso PCI e' il caso che cominciamo da subito. Se continua cosi' senno' non ci resta piu' un cazzo su cui lavorare.

Joker Ltd.
 
HMMMM...AHI AHI AHI....
Politicamente sono un pivello,ma anch'io non sono una tenera verginella,quindi neanche nei miei sogni migliori mi aspettavo che Zapatero telefonasse a Prodi per dirgli "Dài,adesso non esageriamo!!"
Certo non era nelle nostre aspettative un governo di VERA sinistra..
Ma,sempre per tediarvi con le mie ipotesi sul cosa fare,cerchiamo di dirottare in pò della fiducia in eccesso che avevamo riposto in questa brutta copia di sinistra proprio su quella che -vivaddio- è diventata una opposizione scandalosa,mendace,vergognosa,disonesta,bigotta e quant'altro -tutte qualità non nuove..-
Faranno il loro male a furia di azioni,dichiarazioni e intenzioni al loro livello. E forse,se nel frattempo avremo fatto sentire la nostra voce (tu dici che ora abbiamo i nostri interlocutori) da 20.000 con brogli diventeremo tanti da DOVER essere ascoltati; e se almeno una cosa "di sinistra" funzionerà si riuscirà finalmente a sterzare sul serio,fino ad arrivare ad una sinistra degna di questo nome.
Dunque ora stringiamo i denti e aspettiamo,cercando nel frattempo di costringere a sinistra i nostri rappresentanti -!?!?- (ricordiamo che l'allegra brigata comprende alcuni dei 17 condannati in via definitiva che siedono in parlamento).
Altrtimenti...
Altrimenti basta,non ci sarà null'altro da fare che accettare che siamo un popolo che VUOLE essere governato da buffoni.
O peggio ancora: non vorrebbe ma non è in grado politicamente,ideologicamente ma sopratutto PRATICAMENTE di decidere per se stesso.
Ma finisco il mio sfogo come sempre chiedendo a tutti delle idee,meglio ancora delle azioni CONCRETE per evitare questa ennesima figura di merda.
E tu non buttarti giù e aiutaci con questo blog.
Saluti alla terra dei kaki.
R.V.
 
Posta un commento

<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?