1.20.2006

 

Bentornato Mister Bin!



Puntuale come la primavera a Marzo, riappare Bin Laden. Nessuno stupore nel vederlo nello schermo, in fondo siamo abituati ai serial TV USA, dove protagonisti muoiono e resuscitano ciclicamente a seconda della volontà del pubblico sovrano. Non so quante volte sia ormai stato ucciso Osama Bin Laden, o quante volte sia morto di malattia, quel che è certo è che ha una buona tempra. Qualche tempo fa è morto anche Ayman al-Zawahri, medico egiziano che nel reality recita la parte del vice di Osama, o meglio appare sempre quando Bin Laden è morto; questa volta evidentemente gli sceneggiatori hanno voluto sorprenderci con uno scambio di ruoli, per rivitalizzare il programma o semplicemente per correggere la bruttura dell’ultima puntata che non aveva avuto degli ottimi ascolti. Era quella in cui gli americani rendevano noto di aver ucciso in Pakistan 18 civili reali e 3 probabili capi di Al Quaida.
Non c’è da stupirsi, la TV americana è decisamente più gradevole di quella italiana. Noi dobbiamo farei conti con ben più miserevoli scenari di fantapolitica che ci aiutano a passare le serate tra amici, tra un gol annullato ed un rinvio dello scioglimento delle camere, sebbene un certo impegno vada riconosciuto anche ai nostri. Questa mattina leggevo divertita il monito lanciato dai DS ai SERVIZI SEGRETI: “state fuori dalla campagna elettorale”. In principio ho pensato ad una rivisitazione di un romanzo di Nikolaj Spasskij ma, al solito, ho dovuto ricredermi perché è tutto decisamente “reality”. D’altronde è prassi comune in ogni democrazia, avere i servizi segreti al servizio di una democratica campagna elettorale, per la ricerca dei faldoni più nascosti di indagini improbabili, o per la fabbricazione stessa delle prove ad hoc. Conosciamo bene la solerzia e la cura con la quale lavorano i servizi segreti.
Inutile dire che il pubblico di uno spettacolo democratico dovrebbe rabbrividire, dinnanzi a queste immagini, ma noi no, siamo abituati a cose assai peggiori, anzi ce le aspettiamo, sotto, sotto, quasi voler confermare la nostra bravura nel saper indovinare i peggiori scenari fantapolitici possibili.
Io, per esempio, continuo ad immaginarne uno: l’esaltato di Arcore che ci impedisce di andare a votare, o che dopo le elezioni si barrica dentro palazzo Chigi con i suoi scagnozzi e qualche guardia prezzolata e che, chiamate due sue telecamere e quattro truccatrici, annuncia alla nazione di aver dovuto occupare il palazzo per non lasciarlo in mano ai comunisti. Fantapolitica, certo, però l’esaltato sta già tentando di rinviare il normale scioglimento delle camere, per porre rimedio a quelle tre o quattro leggi che ancora non ha potuto rigirare a suo favore. Questa tecnica non è prevista nel normale svolgimento di uno show democratico, ma a noi che di normale è rimasta solo la resurrezione di Bin Laden, che ci importa?
Rita Pani (APOLIDE)

Comments:
Non sono "fantasie" le tue: ne avevo parlato con alcuni compagni e lo scenario è verosimile.
Vorrà dire che riprenderemo a "vivere" alla macchia e nelle metropoli appesantite da smog aggiunto...
 
Sono certissima che non siano fantasie, come del resto ad oggi non sono ancora convinta che andremo alle urne. Spero di sbagliarmi, una volta tanto, ma non la vedo così rosea. Siamo un folto gruppo ormai a tenere pronti gli scarponi.
 
Proprio pensando a BIN, ho scovato questa ntiziola appetitosa!

Nel nuovo video, Osama Bin Laden ha parlato anche dell’Italia.

Ma la parte che ci riguardava tutti è stata tagliata dalla Farnesina ed occultata dai nostri Servizi Segreti che hanno pensato bene di non far parlare questo sostenitore di Prodi. Ecco il testo epurato con le sue dichiarazioni.


Italiani, non vi attaccheremo mai. Siete troppo perigliosi.


1) I vostri aereoporti sono nel caos. Non riusciremmo mai a decollare.


2) I vostri treni sono le peggiori armi chimiche che esistano, vi fate già del male da soli.


3) Se un nostro kamikaze entra nelle vostre metropolitane lo pestano e gli portano via la roba.


4) Se - ripresosi - lo stesso kamikaze attacca uno stadio finisce anche peggio.


5) Città devastate, ruderi ovunque e gran casino? Sono cose che avete già. Le avete chiamate “Grandi Opere Architettoniche”.


6) Filmati con ostaggi che piangono? La scorsa settimana è iniziato il “Grande Fratello 6”, avete già pure questo.


7) Avvelenarvi i cibi? Nemmeno noi avremmo pensato di intossicare il latte di bambini con i contenitori all'inchiostro.


8) Mandarvi in caos le comunicazioni? Uff… il digitale terrestre ce l’avete già…e dal 2008 dovrete obbligatoriamente averlo tutti!


9) Ammazzarvi la stampa libera? Già… e quale?


10) Fornirvi di un dittatore? Beh.....ci avete pensato da soli!
 
Posta un commento

<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?