11.07.2009

 

Abbiamo vinto l'Inghilterra

Un giorno senza un sorriso, è un giorno perso. Lo diceva Charlie Chaplin, e aveva ragione secondo me, anche se a dire il vero, i film di Chaplin mi hanno sempre indotto a una grande melanconia. Nonostante la vita mia non scorra leggerissima, io sorrido tanto. Con questo governo poi, sarebbe quasi impossibile non farlo e non fa nulla se il sorriso è cinico o amaro. È pur sempre un sorriso.

“Mai nessun dialogo con chi fabbrica l’odio.” Ve lo ricordate? È roba freschissima, di qualche giorno fa.

Nemmeno da tanto ci fu quell’essere amorfo che amministra la funzione pubblica, che durante una delle sue deliranti uscite a favore della telecamera, disse che la sinistra “doveva andare a morire ammazzata.”

L’altro giorno, il ministro della guerra la russa, difendendo a spada tratta il sacro simbolo del cattolicesimo, affermava che i legislatori europei, avrebbero anche potuto morire, ma che nessuno avrebbe mai messo le mani sul Cristo in croce.

Oggi tocca a quel che resta di bossi: “Chi tocca la lega, muore.” (in passato però più volte parlò anche di proiettili e panzer pronti alla bisogna)

Allora mi chiedevo, se per aborrire l’odio parlano di morte, per professare l’amore universale che faranno mai?

Certo, il gruppo “uccidiamo berlusconi” era davvero inaudito, non tanto quanto quello col giochino per affondare i migranti pubblicato dalla lega, e anche un po’ meno della campagna incendi campi rom. Era un gruppo più virtualmente violento di un pestaggio reale a un gay. Noi comunisti lo odiamo davvero quel tizio del consiglio, mica per finta come odiano gli extracomunitari quelli del KKK Italia!

La cosa più buffa è che ho appena ricevuto una mail, con la quale mi si accusa – pensa un po’ – di istigare all’odio verso berlusconi con i miei scritti [copio testuale]: “che voi comunisti siete solo capaci di odiare berlusconi che tanto ci ha fatto vincere l’inghilterra.”

E io dico grazie. Grazie per il sorriso che mi si è disegnato in faccia e che sicuramente mi accompagnerà fino a domani. Abbiamo vinto l’Inghilterra! Yuppy!

Rita Pani (APOLIDE RIDENS)


Comments:
Cacchio...e io speravo nella Norvegia...puzzano un po' meno degli inglesi!
Andri
 
Grande!!!
Ti vedo ... mentre stai facendo il saltino alzando la mano e gridando Yuppiiii :-)))
 
E' molto bello questo tuo post.

Luigi
 
Rita, che ci vuoi fare?
Anche gli dei lottano invano contro la stupidita', se ne deduce che altro che inghilterra, l'italia con a capo il silvio vincera' sempre e comunque.
massimo
 
Dopo aver "vinto" la perfida Albione, con la perdita di altri cinque punti di PIL, "vinceremo" anche l'America..
Un divertito alalà da magocamillo
 
presto riavremmo il posto al sole che la perfida albione ci aveva sottratto......siamo al ridicolo...dik
 
Ciao, mi chiamo Guido Mastrobuono e sono un cacciatore di articoli per un concorso che si chiama “Concorso Permanente di Parole ed Immagini” e mette a confronto articoli che stimolino una discussione in ambito folisofico, sociale o politico (vedi l’indirizzo http://lavoristi.ning.com/profiles/blogs/concorso-permanente-di-parole ).

A mio avviso, questo articolo arricchirebbe il nostro concorso e volevo suggerirti di inserirlo.

Il concorso, in realtà, è una scusa per convincere la gente a metterci a disposizione spunti per la discussione. Noi poi ne parliamo e ci creiamo un’idea nostra sui più svariati argomenti.
Infatti, la concorrenza tra autori non è una cosa che ci appartiene: noi creiamo nella collaborazione. E dal confronto con gli altri, noi aumentiamo il nostro sapere.
Comunque la pubblicazione offerta in premio ai vincenti è vera ed effettiva.

Se lo vorrai, potrai tranquillamente inserire, al piede degli articoli un link al tuo blog cosa che lo renderà più noto e facilmente raggiungibile.

Un saluto

Guido Mastrobuono
 
Fatto, non facciamoci mancare nulla :-))
Comunque il link sotto il post, esiste. C'è il permalink.
R.
 
Posta un commento

<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?